QLO Factor

Nonostante la stagione avversa, peggior estate che io ricordi da quando sono nato, quest’anno, probabilmente influenzato dal fattore indicato nel titolo, le piantine stanno producendo come vedete nelle immagini e prometto di aggiungere le foto dei frutti quando saranno giunti a maturazione.

CIMG1734

 

CIMG1735

 

 

CIMG1736

 

CIMG1737

 

CIMG1738

 

e buon peperoncino a tutti :-)

 

WARNING: Found virtual disks that are Degraded

Il rientro dalle vacanze non è quasi mai cosa gradita ma l’opinione peggiora quando, tornati a casa, si trova che tutta la rete locale risulta inacessibile: il wifi funziona ma il dhcp non fornisce gli indirizzi a smartphones e portatili.

Che succede ?

Vado nello studio per verificare lo stato delle macchine virtuali sul mio Hyper-V e trovo l’host con il cursore del mouse visibile ma lo schermo nero. What ?

Come da prassi in tutti i sistemi Windows applico la soluzione classica: spengo e riaccendo :-)

Al riavvio, quando carica il driver del controller PERC S300, noto il messaggio in oggetto come lo vedete qui sotto

wpid-20140620_072824.jpg

ma lascio proseguire il boot fino ad ottenere il classico messaggio di Windows che esorta ad eseguire un chkdsk del disco e quando lo eseguo ottengo un fatal error.

Spengo e riaccendo nuovamente e scegliendo la modalità provvisoria con rete riesco a vedere il desktop del mio host fisico verificando che i dischi si vedono tutti.

Riavvio nuovamente ma lasciando proseguire il boot in modalità normale, torno ad ottenere lo schermo nero con il solo cursore del mouse visibile.

Mmmmhhh….. quel warning sul virtual disk degradato è il primo punto da risolvere.

La ricerca su internet fornisce come primo risultato questo

http://support.dell.com/support/systemsinfo/document.aspx?c=us&l=en&s=hea&~file=/storage/storlink/perc_s100_s300/en/html/a5_sectl.htm

per cui riavvio nuovamente e, al momento del caricamento del driver del controller, premo <Ctrl><R> per visualizzare la PERC Virtual Disk Management utility.

Nell’utility verifico che il virtual disk è degraded perchè due dei tre phisical disks sono in stato Online mentre uno è in stato Ready, ossia la stessa situazione descritta qui

http://en.community.dell.com/support-forums/servers/f/906/t/19536933.aspx

perciò provo a riavviare in provvisoria con rete, scaricare l’OpenManage Server Administrator, peccato che in provvisoria non posso installarlo e in modalità normale non ho l’interfaccia grafica funzionante per poter agire.

Cerco ancora e trovo finalmente questo

http://en.community.dell.com/support-forums/servers/f/906/p/19492623/20305330.aspx

quindi riavvio nuovamente e, al caricamento del controller, premo <Ctrl><R> per avviare la PERC Virtual Disk Management utility. Da questa vado ad assegnare il disco in stato Ready come Global Hot Spare e riavvio nuovamente la macchina.

Dopo questo ultimo riavvio giungo nuovamente alla fatidica esortazione di Windows di eseguire il chkdsk e questa volta il controllo del disco parte

wpid-20140621_120507.jpg

purtroppo eliminando qualche indice ma ben poca roba.

Al termine ottengo finalmente la tanto sospirata interfaccia grafica dell’host Hyper-V, accedo e avvio l’OMSA OpenManage Server Administrator in cui verifico che l’array del RAID 5 è in stato Rebuilding.

Intanto è partito l’hypervisor e tutte le macchine virtuali funzionano regolarmente ad eccezione del server virtuale che ospita l’Exchange e che crasha quando avvia tutti i servizi. Poco male, un bel bare metal recovery con un’immagine scelta tra quelle salvate la settimana precedente e tutto torna perfettamente funzionante.

Tutto è bene quel che finisce bene :-)

A great truth

1925256_1387348741509886_9092673056382395141_n

Rana pescatrice al forno con patate e olive

Sequenza fotografica della ricetta di Pasqua.

wpid-20140419_110404.jpg

wpid-20140420_113455.jpg

wpid-20140420_131737.jpg

wpid-20140420_132335.jpg

wpid-20140420_133408.jpg

wpid-20140420_135520.jpg

 

wpid-20140420_142410.jpg

 

wpid-20140420_150417.jpg

 

Ricetta originale

http://www.ilgiornaledelcibo.it/ricette/ricetta-scheda.asp?id_ricetta=2212

Grazie a m@riotto per la ricetta e al Conad di Offanengo per il pesce freschissimo.

Buona Pasqua a tutti ;-)

There’s a hole in the privacy of WhatsApp?

Credo che ci sia un errore grossolano nella privacy di WhatsApp!

Quando un utente crea una chat di gruppo, espone a tutti i partecipanti al gruppo i numeri di cellulare dei partecipanti stessi senza che questi possano “nascondere” il proprio numero telefonico.

Non è affatto scontato che i partecipanti alla chat di gruppo, pur avendo in comune un contatto (quello che ha creato il gruppo), siano d’accordo nel diffondere il proprio numero di cellulare.

Possibile che quelli di WhatsApp possano essere incorsi in un errore così abnorme ?

Fate attenzione perchè sembra, dalle ricerche che ho fatto, che non ci sia modo di tutelarsi da questa “svista”.

http://www.pcnexus.net/2013/11/whatsapp-tips-tricks-and-hidden-secrets.html

WhatsApp: se lo conosci lo usi con prudenza ;-)

New arrivals of 2014

Un po’ in anticipo rispetto all’anno scorso, vi presento le nuovi selezioni che si aggiungono alle mie semine:

TABASCO

wpid-20140413_114307.jpg

DIAVOLICCHIO CALABRESE

wpid-20140413_114159.jpg

FUOCO DELLA PRATERIA

wpid-20140413_114236.jpg

A questo punto, prima di presentare il RE di quest’anno, devo fornire alcune spiegazioni: mi è stato accennato ad un certo Ghost Chili  sul quale alcune brevi ricerche mi hanno fornito queste informazioni

http://www.lacasettabio.it/prodotti/peperoncini-piccanti/55-peperoncino-bhut-jolokia-ghost-chili

http://www.semionline.it/products/peperoncino-bhut-jolokia

ma alla fine sono giunto a questo

http://www.chilipeppermadness.com/blog/2012/02/07/moruga-scorpion-the-hottest-chili-pepper-in-the-world/#.U1JkOvl_tUU

dove Sua Maestà Trinidad Scorpion viene descritto ed eccolo qua (sperando che fruttifichi)

TRINIDAD SCORPION

wpid-20140413_114338.jpg

(vi invito a contare i peperoncini sull’etichetta che indicano il grado di “piccantezza” o, per gli indenditori, la misura nella Scala Scoville  che esprime in gradi la quantità di capsaicina del frutto maturo)

Buon peperoncino a tutti :)

Fixing a corrupted vhd file

Durante il pacato pomeriggio domenicale appena trascorso, tornato dal mio consueto giro in bicicletta, concludo la sessione aspettando che Runtastic Road Bike Pro dallo smartphone pubblichi sui social i dati della sessione ma la connessione internet non funziona.

Uh?!?! :-O

Cosa sta accadendo ?

Una rapida verifica sul server con Hyper-V che ospita i miei servers virtuali mi fa accorgere che il server con Forefront TMG, che collega la mia LAN domestica a internet, è spento.

Why? Pecchè?

Dalla management console di Hyper-V provo a riavviare la virtual machine che propone all’avvio un inquietante messaggio:  Recenv.exe – Corrupt File.

The file C:\Boot\bootstat.dat is corrupt and unreadable. Please run the Chkdsk utility. 

Cliccando OK, parte il wizard di ripristino che permette il restore della macchina virtuale partendo da un’immagine di backup (che da vecchio MVP mi ero premunito di configurare ;-) ) ma anche questa possibilità fallisce pochi istanti dopo l’inizio del recupero con il laconico messaggio che vedete qui sotto

hyper-v_vm_error

 

A questo punto che fare ?

Nulla, tanto con la macchina di Forefront giù non posso neppure cercare una soluzione su internet quindi posso spegnere tutto e aspettare l’indomani.

Il giorno dopo, armato di santa pazienza, vado a verificare una copiosa documentazione della quale riporto qui solo i links di quella che ritengo veramente utile per la soluzione:

https://neosmart.net/forums/showthread.php?t=9211

http://social.technet.microsoft.com/Forums/windowsserver/en-US/18647925-0f1b-4e0e-97c3-3a8675302307/error-on-vhd-corrputed-unreadable-error-0×80070570?forum=winserverhyperv

http://blogs.technet.com/b/tonyso/archive/2011/12/06/how-to-fix-a-corrupted-hyper-v-vhd-file.aspx

http://blogs.msdn.com/b/virtual_pc_guy/archive/2009/01/07/how-do-i-fix-a-corrupted-virtual-hard-disk.aspx

http://blogs.msdn.com/b/virtual_pc_guy/archive/2008/02/01/mounting-a-virtual-hard-disk-with-hyper-v.aspx

http://arnulfowing.blogspot.it/2008/12/how-to-get-hyper-v-to-read-corrupted.html

http://archive.msdn.microsoft.com/vhdtool

http://social.technet.microsoft.com/Forums/en-US/cc7be870-b44f-4df1-88b6-7ad9c21068cb/corrupt-vhd-in-hyperv

Ieri sera procedo: dalla management console di Hyper-V creo un nuovo disco virtuale con le stesse dimensioni del disco esistente, nelle impostazioni della virtual machine rimuovo il vecchio disco ed “attacco” quello nuovo appena creato, “aggancio” alla macchina virtuale la iso del sistema operativo ed avvio la macchina virtuale. La macchina effettua il boot dalla iso di sistema operativo perchè il suo disco è vuoto e propone il wizard di installazione, il quale ha nelle opzioni in basso a sinistra la possibilità di ripristino da una immagine di backup: scelgo questa! Lascio selezionato l’ultimo backup effettuato ed avvio il ripristino che non si pianta più pochi secondi dopo l’inizio del ripristino. Lo lascio proseguire e vado a dormire. All’alba vedo che lo smartphone sul comodino sta ricevendo mail attraverso la wireless e quindi attraverso il Forefront TMG.

Che significa ?

Significa che il ripristino è andato a buon fine, al termine del ripristino la macchina virtuale si è riavviata perfettamente funzionante.

Ben fatto :-)

Alla prossima.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.